Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2011

Passio (SOLO)

Immagine
Solo tra tanta gente
che mi osserva
scrutando con disprezzo,
cerco volti amici,
conoscenti,
ma non ne scorgo vicini,
nemmeno lontani,
poi d'un tratto,
in fondo a quel mare di sguardi,
ecco gli occhi lucenti
di mia madre, come fari
nella notte buia, che guidano
i passi dell'amante incontro all'amato.

Passio (IL CAMPO)

Immagine
Luminosa notte
di luna è questa,
l'erba che brilla
alla sua luce rivela
un mare di gocce
di rugiada che bagnano
le guance di me
che resto sdraiato
schiacciato dalla volontà
del Padre mio,
e si mischiano le lacrime
della terra alla mia
e tutto è un lavacro
d'amore per te.

Passio (LA CENA)

Immagine
E' quest'ultimo boccone
di pane, amaro
come qualunque tradimento,
difficile da accettare,
da digerire, su cui costruire
il mio Amore, il mio perdono.
Mi abbracci e mi baci mentre,
il tuo cuore, conta
spiccioli d'argento.
Ed io, Signore,
cammino nelle mie notti,
profonde come il mare,
accompagnato dal tintinnio
dei mie tradimenti,
e ognuno di essi
è fissato, da chiodi,
sulla tua carne innocente.
Forgiavo spade di parole,
innalzavo oracoli di giuramenti,
ma sotto quel canto di gallo
è naufragato il mio orgoglio.

La cena

E' quest'ultimo boccone
di pane, amaro
come qualunque tradimento,
difficile da accettare,
da digerire, su cui costruire
il mio Amore, il mio perdono.
Mi abbracci e mi baci mentre,
il tuo cuore, conta
spiccioli d'argento.
Ed io, Signore,
cammino nelle mie notti,
profonde come il mare,
accompagnato dal tintinnio
dei mie tradimenti,
e ognuno di essi
è fissato, da chiodi,
sulla tua carne innocente.
Forgiavo spade di parole,
innalzavo oracoli di giuramenti,
ma sotto quel canto di gallo
è naufragato il mio orgoglio.

PASSIO (prologo)

Immagine
Quante crepe ha il mio palazzo,
polvere caduta a terra
sotto i colpi, rimbombanti,
del mio Amante, alla porta
del mio cuore.
Quante crepe ha la mia vita,
mista a orgoglio e superbia
e stretta come una noce
a Natale, tra le mani
di Colui da cui non voglio
fuggire.
Dopo tanto camminare
sono sempre su quella
stessa rupe, osservando
l'abisso e la scogliera, in bilico
tra la morte e Te.